Attualità

24 novembre 2018

Ecco il testo del disegno di legge di riforma del sistema sanitario del Friuli Venezia Giulia approvato dalla III Commissione del Consiglio regionale ( nota: nella colonna a destra le modifiche apportate).

logo pdf finale 027_A_ART BOZZA COMMISSIONE

 

16 ottobre 2018

Abolito il numero chiuso a Medicina. Abolito il numero chiuso a Medicina, arrivano 284 milioni per i contratti sanità e 50 milioni per combattere le liste d’attesa. Ecco tutte le novità per la sanità nel decreto semplificazione e nel ddl Bilancio approvati ieri notte dal Governo

medicina

http://www.quotidianosanita.it/governo-e-parlamento/articolo.php?articolo_id=66722

 

Cagliari, 6 ottobre 2018 (75° Congresso Fimmg)

Congresso Fimmg. Silvestro Scotti confermato Segretario nazionale

scotti

Giacomo Caudo è stato eletto come nuovo presidente mentre Stefano Zingoni è stato nominato presidente onorario del Sindacato. New entry nell’Esecutivo Nicola Calabrese, Alessandro Dabbene e Renzo Le Pera. Scotti: “Subito al lavoro per nuovi traguardi della medicina generale”.

06 OTT – Silvestro Scottiè stato riconfermato Segretario Generale Nazionale della FIMMG (Federazione italiana medici di medicina generale). Nell’ambito del 75° Congresso nazionale, che si è concluso da pochi minuti a Domus de Maria (Cagliari), si sono svolte oggi le elezioni per scegliere la squadra che guiderà il sindacato per i prossimi 4 anni.
Componenti dell’Esecutivo Nazionale e Vice Segretari Pier Luigi Bartoletti, Nicola Calabrese, Fiorenzo Massimo Corti, Domenico Crisarà, Renzo Le Pera, Malek Mediati. Segretario del Segretario Alessandro Dabbene. Giacomo Caudo è stato eletto presidente mentre Stefano Zingoni nominato presidente onorario della FIMMG.
“Il bilancio degli ultimi 2 anni è sicuramente positivo: sono stati raggiunti traguardi importanti – ha sottolineato Scotti – Ora è il momento di rimboccarsi le maniche e mettersi subito al lavoro fissando gli obiettivi per il prossimo quadriennio. Manterremo alta l’attenzione sulla prossima Legge di Bilancio, ribadendo la necessità di investire in salute e di avere conferme sull’aumento del finanziamento del Fondo Sanitario Nazionale, per rispondere efficacemente ai bisogni della popolazione e incidere positivamente sul rapporto deficit/PIL – prosegue Scotti – Bisogna inoltre prevedere provvedimenti legislativi extra FSN che individuino investimenti per favorire la natura imprenditoriale e autonoma della Medicina Generale. Continuerà il nostro impegno su temi per noi di importanza strategica come il superamento dell’attuale impostazione dei piani terapeutici, per farmaci ormai di primo impiego nell’area della medicina generale. Ai medici di medicina generale attualmente è impedito di prescrivere questi farmaci, senza nessuna evidenza scientifica e a questo punto riteniamo solamente per motivazioni economiche”.

tratto da Quotidiano Sanità

 

Cagliari, 3 ottobre 2018 (75° Congresso Fimmg)

Anelli (Fnomceo):“Introdurre in tempi brevi norme contro violenze sui medici”

anelli filippo“Ieri è stata una giornata particolare, ci sono stati i funerali di Giovanni Palumbo. E’ stato barbaramente ucciso come è accaduto ad altri medici prima di lui. E’ il momento di dire basta alla violenza. E’ un grido che arriva da tutta la classe medica, affinché si introducano in tempi brevi provvedimenti come quelli in discussione in queste ore in Parlamento”. È quanto ha dichiarato il presidente della Fnomceo, Filippo Anelli nel corso del suo intervento al 75° Congresso nazionale della Fimmg. Il presidente Anelli ha apprezzato poi la proposta del coordinatore della Commissione Salute dele Regioni, Antonio Saitta di vincolare una parte delle risorse del Fondo sanitario nazionale per il rinnovo dei contratti e per favorire la formazione e l’occupazione dei  medici e del personale sanitario. “Ci sembra un’idea interessante –  rilancia il presidente della Federazione nazionale degli ordini dei Medici (Fnomceo), Filippo Anelli – che potrebbe sbloccare immediatamente il percorso dei rinnovi contrattuali, aumentare sin da subito le borse di specializzazione e favorire l’accesso di nuovo personale medico e sanitario all’interno del Servizio Sanitario Nazionale.  Chiediamo, a tal fine,  di eliminare gli attuali tetti per le assunzioni (equivalenti alla spesa storica del 2004 ridotta dell’1,4%), vincolando l’impiego delle risorse solo al reale fabbisogno di professionisti”.

tratto da Quotidiano Sanità – 3 ottobre 2018

 

Cagliari, 01 ottobre 2018

locandina congresso

I lavori del 75° Congresso Nazionale Fimmg-Metis saranno ospitati presso il Complesso Chia Laguna – Domus de Maria (CA)

Scarica il Programma dei lavori  >  Programma 75° Congresso Nazionale

 

Roma, 24 settembre 2018

Fimmg, Petrone riconfermato segretario Settore Inps

petrone
Alfredo Petrone

Eletti il Segretario Nazionale e il nuovo Esecutivo Nazionale del Settore Inps della Fimmg. Alfredo Petrone è stato riconfermato segretario nazionale. Edy Febi vice segretario nazionale vicario, Maurizio Savarese segretario amministrativo, Arianna Giovannetti segretario organizzativo, Giovanni D’Amico, Luciano di Luca, Sante Galli e Serena de Chiara vice segretari. «Il nuovo esecutivo – commenta Alfredo Petrone – è pronto per affrontare con decisione le urgenti sfide che ci attendono già nei prossimi giorni: la riapertura della trattativa con Inps per la stipula dell’Accordo Collettivo Nazionale della medicina fiscale e la fine dell’anomalo status lavorativo dei medici convenzionati esterni. Ribadiremo con forza nelle prossime ore a tutti i Ministeri e le istituzioni competenti la necessità di porre subito fine alla sofferenza contrattuale di queste categorie di professionisti».

tratto da

http://www.doctor33.it/politica-e-sanita/fimmg-petrone-riconfermato-segretario-settore-inps/

Roma, 20 settembre 2018

Aggressioni ai sanitari, Scotti (Fimmg): “Incomprensibile, a fronte della sensibilità mostrata, il no di Grillo su status pubblico ufficiale. Auspichiamo confronto”

scotti
Silvestro Scotti

Il segretario della Fimmg perplesso sulle risposte fornite ieri dal Ministro durante il Question time. “La richiesta che parte dai medici non è quella di un riconoscimento tout court dello status di pubblico ufficiale quanto piuttosto che questa condizione venga riconosciuta nel caso specifico di un’aggressione”

“La richiesta che parte dai medici non è quella di un riconoscimento tout court dello status di pubblico ufficiale quanto piuttosto che questa condizione venga riconosciuta (come è riconosciuta in danno al medico nel momento in commette un’omissione d’atti d’ufficio che derivino dal suo contratto o dagli obblighi di legge) nel caso specifico di un’aggressione. Ovvero è un’aggressione ai danni di un medico che in automatico fa partire una procedura di querela d’ufficio a chi aggredisce e non uno status permanente del medico come pubblico ufficiale. Inoltre, non riusciamo a capire quale sia ‘l’insieme di oneri ed incombenze esorbitanti’ richiamati dal Ministro Grillo che ricadrebbero sulla categoria se fosse accettata la nostra proposta a tutela di tutti i medici ma che impatta nell’ambito di nostro interesse su quelli che consideriamo più fragili, per le caratteristiche del lavoro e per le logistiche in cui operano ben conosciute dal Ministro Grillo, ovvero i medici di continuità assistenziale”. È quanto afferma il segretario della Fimmg, Silvestro Scotti commentando le risposte fornite dal Ministro della Salute, Giulia Grillo durante il Question time di ieri che aveva per oggetto la possibilità di prevedere lo status di pubblico ufficiale per i medici. “Il problema-  sottolinea Scotti – e che solo con l’aggravante delle pene non si risolve la questione delle violenze anche perché come dimostrano i numeri forniti dalla Fnomceo c’è il problema che il 60-70% dei medici non denuncia ed è per questo che occorre attivare un meccanismo automatico di querela come previsto per chi aggredisce un pubblico ufficiale. In ogni caso auspichiamo, come detto dal Ministro e riconoscendole la sensibilità di aver portato questa discussione all’attenzione legislativa, che il testo possa essere migliorato in sede parlamentare e per questo siamo pronti anche ad un confronto”.

tratto da

http://www.quotidianosanita.it/governo-e-parlamento/articolo.php?articolo_id=65791

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...