COMUNICATI STAMPA

30 novembre 2018

Trento (Fimmg Fvg): “La proiezione di copertura della vaccinazione antinfluenzale indica un +60% rispetto all’anno scorso. I medici di medicina generale sono sempre a disposizione della cittadinanza e delle Istituzioni sanitarie”

Trieste, 30 novembre 2018 – Esprime soddisfazione il Segretario regionale della Fimmg Fvg Dino Trento per le anticipazioni fornite dalla direzione generale dell’AsuiTs in relazione alle previsioni di copertura vaccinale al termine della campagna antinfuenzale che indicano una soglia di copertura del 74% rispetto al 47% dell’anno scorso.

“Ciò che ho letto oggi su Il Piccolo a firma di Andrea Pierini – dichiara Trento – mi ha fatto molto piacere perché rende merito alla disponibilità e all’impegno di tutti i medici di medicina generale nel sensibilizzare i cittadini sull’efficacia della vaccinazione e soprattutto nel procedere con la vaccinazione vera e propria. Disponibilità ed impegno che spesso e volentieri si protraggono ben oltre gli orari degli ambulatori, nelle giornate festive e anche a domicilio”.

Settimanalmente i medici si confrontano con l’Azienda sanitaria per individuare situazioni di criticità in modo tale da intervenire tempestivamente. “Molto probabilmente – conclude il Segretario regionale dei medici di famiglia – le polemiche sui vaccini hanno ottenuto l’effetto di accendere l’attenzione dell’opinione pubblica sul tema della prevenzione ma è sicuramente da ricercare in quel 85% di cittadini, che secondo i dati Censis si fidano incondizionatamente del loro medico di famiglia, gran parte del successo della campagna vaccinale antinfluenzale”.

logo pdf finale com sui vaccini

25 ottobre 2018

Trento (Fimmg Fvg): “Ciclo di incontri in Friuli Venezia Giulia molto utili. Ringrazio Pagano a nome di tutti i colleghi della regione”

Trieste, 25 ottobre 2018 – Si è conclusa ieri sera al Circolo nautico Hannibal di Monfalcone la “tre giorni” di incontri riservata ai medici di medicina generale del Friuli Venezia Giulia organizzata dalla Fimmg Fvg con la partecipazione straordinaria di Franco Pagano, consigliere nazionale Enpam e responsabile dell’area assicurativa della Fimmg nazionale.
Oltre al momento informativo/formativo andato in scena il 22 ottobre a Udine, il giorno seguente a Pordenone e infine, come detto, ieri sera a Monfalcone che ha visto in tutte e tre le occasioni una buona partecipazione di medici intervenuti spesso con spunti di riflessione e domande molto interessanti, Pagano ha incontrato pure i giovani medici al Ceformed.

Diversi i temi affrontati tra i quali, in particolare, ha destato molto interesse il tema delle coperture assicurative mediche e la proposta PRASSIS Fimmg estremamente conveniente per i camici bianchi.

Franco Pagano ha inoltro colto l’occasione, stimolato dai colleghi presenti in sala, per commentare alcune notizie apparse sulla stampa specializzata nazionale in merito alla gestione finanziaria della cassa di previdenza dei medici sottolineandone la solidità economica e l’ottima capacità gestionale del fondo (circa 22mld di euro di patrimonio gestito e 2mld di saldo positivo tra contributi e prestazioni erogate).

Pagano ha concluso ricordando ai numerosi intervenuti che lo scorso anno (consuntivo 2017) i fondi immobiliari in cui Enpam ha investito hanno reso il 7,2 per cento lordo e il 6,9 per cento netto.

Il segretario regionale Fimmg Fvg Dino Trento e i quattro segretari provinciali Francesco Franzin (TS), Fernando Agrusti (PN), Roberto Vallini (GO) e Khalid Kussini (UD)  ringraziano il collega Franco Pagano per la sua disponibilità.

logo pdf finale  com 2 Pagano

18 ottobre 2018

Trento (Fimmg Fvg): “Soddisfatti per la firma dell’accordo sulle aggregazioni funzionali territoriali (Aft) e sull’ufficio distrettuale per la medicina generale (Udmg)”

Udine, 18 ottobre – Soddisfazione è stata espressa dal segretario regionale della Federazione italiana dei medici di medicina generale Dino Trento per la firma dell’accordo con la Regione su AFT e Udmg.

“Con la firma dell’accordo odierno – dichiara Dino Trento – si rafforza la governance della medicina territoriale grazie alla stabilizzazione e al rilancio delle aggregazioni funzionali territoriali, declinazione tattica della strategia sanitaria della Regione”.

L’accordo consentirà ai medici di medicina generale di concordare tra loro e con la sanità pubblica le modalità e gli obiettivi di salute uguali per tutti per curare al meglio i pazienti. Modalità, obiettivi ma soprattutto indicatori, necessari alla misurabilità sul lungo periodo dei risultati ottenuti.

“Durante i lavori del Comitato – prosegue Trento – sono stati anche calendarizzati i prossimi appuntamenti che ci vedranno impegnati entro il 2018 nel processo di informatizzazione e sul tema del Fascicolo Sanitario Elettronico”.

“Il 2019, le cui attività saranno propedeutiche alla definizione del prossimo accordo integrativo regionale 2020-2022, sarà caratterizzato invece dagli accordi per la medicina di gruppo – conclude il segretario regionale Fimmg – e per il rafforzamento dell’assistenza territoriale anche attraverso un nuovo contratto per la continuità assistenziale con compiti di assistenza anche diurna per quanto riguarda l’hospice, le cure palliative, i codici bianchi e le strutture intermedie”.

logo pdf finale com 2

12 ottobre 2018

Trento (Fimmg Fvg): “Con l’Assessore Riccardi abbiamo stabilizzato e rilanciato l’assetto delle AFT”

Trieste, 12 ottobre – Si è svolto giovedì scorso nel Palazzo dei Congressi di Grado l’incontro formativo annuale dei Medici di Medicina Generale del Friuli Venezia Giulia organizzato dal Ceformed durante il quale ha preso la parola anche Alberto Oliveti, presidente nazionale dell’Enpam, affermando che la Cassa nazionale di Previdenza dei medici è solida e ben strutturata.

In tarda mattinata ha raggiunto la località lagunare anche l’Assessore regionale alla sanità Riccardi per portare i suoi saluti ai medici di famiglia ma soprattutto per incontrare i vertici della Fimmg Fvg. Molti i temi caldi sul tavolo delle trattative. “Con l’assessore Riccardi abbiamo riavviato il percorso di ristrutturazione del territorio – dichiara al termine della riunione Dino Trento, segretario regionale Fimmg – in particolare si è rilanciato e stabilizzato l’assetto delle AFT (aggregazioni funzionali territoriali) che sono il vero strumento di governance della medicina territoriale”.

Già molto è stato fatto. Le medicine di gruppo integrate coprono ormai la totalità del territorio. I medici che ne fanno parte hanno ampliato gli orari di apertura degli studi portando a otto ore la disponibilità di accesso e si sono collegati tra loro per via informatica per un miglior servizio al cittadino.

“Diversa è la situazione dei famosi CAP (Centri di Assistenza Primaria) – prosegue Dino Trento – ai quali i medici possono aderire in maniera volontaria. Al contrario delle medicine di gruppo che sono costituite dai soli medici di medicina generale, i CAP sono multi professionali (medici, infermieri e altri professionisti) e laddove si ritenevano utili, lì sono stati aperti. Non riteniamo, infatti, indispensabili queste strutture ovunque; per esempio, se i CAP fossero situati vicino ad un distretto ne sarebbero un inutile doppione”.

“Un ultimo argomento di primaria importanza toccato con l’assessore Riccardi – conclude il segretario della Fimmg regionale – è la ristrutturazione del servizio di continuità assistenziale che deve essere inquadrato in un nuovo modello organizzativo con relativo rinnovo contrattuale che tenga conto dei compiti non previsti dalla convenzione nazionale come le visite ambulatoriali nelle sedi, le visite ai pazienti non residenti e la partecipazione ad attività diverse come quelle dei nuclei delle cure palliative territoriali”.

logo pdf finale   comunicato stampa